Siciliando e l’Orto Botanico di Palermo. Sabato 13 giugno 2020 – “Si riparte!”

Siciliando e l’Orto Botanico di Palermo. Si riparte
Orto Botanico -Palermo
Sabato 13 giugno 2020
A partire dalle ore 09.00
 
Siciliando è pronta a ripartire con un nuovo itinerario all’interno dell’Orto Botanico di Palermo per scoprirne bellezza e storia.
La passione e la voglia di raccontare la Sicilia sono le stesse di sempre, le modalità saranno invece nel pieno rispetto che la nuova fase post Covid 19 impone.
La visita dell’Orto Botanico sarà effettuata con un percorso ben delineato in più gruppi,  ciascuno composto da 14 persone.
Il costo della visita, che prevede la presenza di un accompagnatore e guida narrante, è di euro 8.50 ed è riservata agli associati di Siciliando.
Per partecipare o ricevere ulteriori informazioni si prega di inviare una mail all’indirizzo SiciliandoStyle@gmail.com o un messaggio al numero WhatsApp dedicato 3661332786

A TU X TU CON…

Amici di Siciliando, nei prossimi giorni partirà sul nostro gruppo e sul nostro sito www.siciliando.org, la nuova rubrica con cadenza periodica che si chiamerà
“A TU X TU CON…”
Siciliando dialogherà con vari personaggi , talenti ed eccellenze siciliane nel mondo dello spettacolo, dello sport , della cucina, del cinema , del teatro , scrittori , chef, artisti e personaggi della cultura più in generale.

L’intervista che leggerete avrà l’ambizione di far conoscere tanti talenti emergenti ma ancor di più conoscere più in profondità i personaggi che oggi possiamo definire eccellenze del territorio .
Già pronta la prima che uscirà a breve.

La rubrica verrà curata da Benedetta Manganaro di Siciliando.

Siciliando presenta “La Mattanza” dell’artista Domenico Cocchiara

“La Mattanza” è il titolo dell’opera dell’artista Domenico Cocchiara che Siciliando avrà l’onore di presentare sabato 4 gennaio presso la Galleria delle Vittorie di Palermo.

Storie di pesca e di cialome nell’opera di Cocchiara: una grande tela dove il rosso e il blu occupano lo spazio e il mare è protagonista.

In un sovrapporsi di volumi e emozioni, l’artista di Bivona, figura di riferimento nel panorama artistico nazionale, rappresenta ancora una volta la Sicilia con un racconto antico, quello della pesca del tonno e delle tonnare, e un tratto nuovo e inconfondibile.

Un racconto tradotto su tela, pigmento che diventa trama e prende vita.

Appuntamento alle 17.00 in via Maqueda 299, presso la Galleria delle Vittorie. L’opera resterà esposta sino a domenica 5 gennaio.

Siciliando media partner dell’evento del Natale 2019 “Un tuffo nel passato”

Immaginate di fare un salto nel passato e di ritrovarvi ospiti a un evento d’eccezione della nobiltà siciliana. Di muovervi tra epoche diverse e scoprire come capi e mode possano raccontare con un linguaggio nuovo la nostra terra.

Ad accompagnarvi ci sarà Siciliando che vi aprirà le porte di “Un tuffo nel passato”, la manifestazione che si terrà a Bagheria sabato 21 e domenica 22 dicembre, organizzata dall’Associazione “La Piana d’Oro” e patrocinata  dalla Regione Siciliana, Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e dal Comune di Bagheria.

Si inizia sabato 21 dicembre, a Villa Butera con l’esposizione storico culturale di costumi d’epoca che vanno dal Settecento agli inizi del Novecento e che appartengono alle collezioni di Angela Costa, Ignazio Rondone e dell’associazione Bella Époque. Una mostra fuori dal comune perché, a farvi da guida,  sulle note di Verdi e Mozart, Bach e Strauss, ci saranno figuranti in costume a spiegare usanze e aneddoti dei più importanti casati siciliani.

La magia prosegue domenica 22 dicembre quando la storia prenderà vita con la parata in costume che si snoderà tra Piazza Garibaldi e villa Butera. Proprio qui il gran finale: il Gran Ballo dell’Ottocento, eseguito dal gruppo storico Bella Époque.

E sarà davvero come fare un tuffo nel passato sui passi di un valzer tra morbide stole in seta, nastri, perline, cilindri e sgargianti taffetas.

L’arte che suggerisce. Siciliando incontra il maestro Nicola Liuzzo

L’arte che suggerisce, l’arte che emoziona. Un’emozione lieve, delicata, veloce come una pennellata. 

L’incontro con Nicola Liuzzo ha la stessa grazia e leggerezza, uno scambio di battute quasi accennate, bisbigliate.

Nicola Liuzzo, pittore, scultore, maestro incisore. La sua bottega e scuola, nel borgo medievale di Milazzo ha per anni accolto artisti con la sua stessa passione. Ed è con esponenti autorevoli come Michael Taylor e Jeffrey Dell che si è confrontato sulla sua personale tecnica sperimentale per la quale è stato ospite al Connecticut Collegee in America.

Lo incontriamo al Palazzo della Cultura di Messina dove è in corso la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea e la preselezione per la XIII Biennale di Roma 2020.  Durante l’evento verrà insignito dal Professore Andrea Calabrò, direttore artistico della Galleria Xarte La Principina di Castroreale, del premio “La Principina 2019”, una menzione d’onore per l’encomiabile impegno artistico e didattico.

Nicola Liuzzo non lo sa, è una sorpresa. “Avrebbe fatto il diavolo a quattro” – ci racconta la figlia Eleonora – “le regole non gli sono mai piaciute”.

“Perché l’arte è libertà, è ciò che si ha dentro. L’arte non la puoi imbrigliare” – ripete Nicola.

Lo sguardo si posa sugli ultimi tenui acquerelli da lui realizzati. I fiori, gli oggetti di uso quotidiano, cose e luoghi che raccontano l’animo di un poeta, un poeta d’immagini che sa emozionare raccontando la vita e la terra che ama, la Sicilia, in modo limpido, diretto.

Lo stesso modo schietto in cui Nicola Liuzzo ti guarda quando si parla di arte e del ruolo dell’artista oggi. Allora il tono della voce si alza e lo sguardo s’accende ed è come se quell’emozione lieve diventasse tempesta.

“Perché l’arte è strumento e l’artista ha il dovere di indicare ciò che accade e anticipare la direzione da intraprendere”

Le celebri marionette di Nicola Liuzzo, ispirate ai burattini dell’Ottocento, manovrabili, inermi, in attesa che qualcun altro ne decida l’incedere, sono quasi un monito di ciò che l’uomo può ma non deve diventare.

Ed è proprio il maestro Liuzzo a ripetere le parole impresse sul frontone della facciata del Teatro Massimo di Palermo: ”  “L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita. Vano delle scene il diletto ove non miri a preparar l’avvenire”.

Un avvenire in cui il maestro Liuzzo continua a credere, certo che l’uomo, essere dotato di intelligenza, ne preserverà bellezza e grazia proteggendolo dalla distruzione.

Il team Siciliando

Siciliando e il “Mare di Colori” di Daniela Verduci.

Mostra personale al Circolo Ufficiali Unificato di Palermo

L’arte e i colori dell’artista Daniela Verduci in mostra al Circolo Ufficiali Unificato  di Palermo in Piazza Sant’Oliva 25 a Palermo.

Siciliando sarà presente all’inaugurazione della personale che si terrà il 1° dicembre p.v. alle ore 17.30.

A dialogare con l’artista Vincenzo Perricone, Presidente dell’Associazione SiciliandoStyle a cui Daniela Verduci racconterà il suo, una produzione artistica legata a doppio filo al mondo del mare e alle creature che lo abitano. Migliaia di pesci, simbolo di fertilità e rinascita, in vortici cromatici ed esplosioni di vitalità. Un caos liquido a tratti innocente e incantato, a tratti pop, una vera e propria cromoterapia su tela e non solo. Daniela Verduci è un’artista poliedrica che spazia dalla creazione di oggetti al facepainting.

Ingresso su invito.

Siciliando a Chef&Vip

Palermo 16 novembre 2019

C’era anche Siciliando al cooking show Chef&Vip, organizzato ed ideato dallo chef Davide Fecarotta che sabato 16 novembre,  al Mercato San Lorenzo, ha “sfidato” Andrea Lo Cicero, storico capitano della Nazionale Rugby.

Entrambi siciliani ed innamorati della loro terra, gli “sfidanti” hanno realizzato piatti che sono espressione della complessità e della varietà del panorama culinario in Sicilia: una Cunella di tonno su cipolla stufata in agrodolce nelle versioni  crok di triglia e cialda di ceci per lo chef Fecarotta e una Carbonara agli agrumi con pinoli e capperi per il campione Lo Cicero.

Il viaggio sulle tracce di profumi e sapori di Sicilia ha avuto inizio giorni prima con la scoperta del territorio. Un percorso di esplorazione dei mercati storici di Palermo a cui ha partecipato anche il team Siciliando. 

Obiettivo comune il racconto e la valorizzazione della realtà “Sicilia “.

Le convenzioni di Siciliando per i nostri Associati

Il Teatro Cantunera della famiglia D’Oca -Cappello, nelle ricerca di sinergie che creano valore , offre a Siciliando e per i propri iscritti condizioni di favore , partendo già da questa sera.

Potete prenotare con i contatti di seguito visibili e chiedere di aver riservato il prezzo Siciliando.
Ringrazio Dario D’Oca per l’attenzione prestataci.

Sarà uno spettacolo continuo per un cartello di spettacoli di grande valore .

“Per tutti gli amici di Siciliando saranno applicate le tariffe ridotte:
abbonamento a 11 spettacoli (di cui uno fuori stagione) € 90,00 o biglietto ridotto € 8,50.

Cantunera fucina culturale – Associazione Città dell’Arte
Piazza Monte Santa Rosalia, 12, 90133 Palermo PA
(Accanto palazzo Branciforte)

Abbonamento e biglietti sono acquistabili con carte del docente e 18app o tramite i numeri indicati.
istruzioni al seguente link: https://teatrocantunera.it/botteghino/

La prima per oggi , Sabato 26 ottobre ore 21:00 con “LE MUSICHE DEI BARBIERI”, di Pierpaolo Petta, con Pierpaolo Petta, Alessandro Calascibetta e Sara Cappello.
Cantunera cresce… quest’anno aumentano gli spettacoli e le repliche e ci sono tante altre sorprese extra.
A presto!
Dario D’Oca

https://www.facebook.com/search/top/…
https://www.facebook.com/events/528515727712546/

Scialata Folk

martedì 22 ottobre 2019

Siciliando sul palco del magico teatro Ditirammu con i Picciotti della Lapa e i De Vito Movement (Il percussionista Giovanni Parrinello e la voce Marco Raccuglia dei Tamuna)

Sarà una serata densa di magia ed emozioni quella di martedì 22 ottobre al Teatro Ditirammu in compagnia dei Picciotti della Lapa e i De Vito Movement (Il percussionista Giovanni Parrinello e la voce Marco Raccuglia dei Tamuna) .
l’evento vedrà alcuni elementi della singolare band calcare il palco del Ditirammu, uno dei teatri più suggestivi della città, tempio del canto e delle danze della tradizione popolare dell’isola. Giovanni Parrinello, Marco Raccuglia, sono pronti ad allietare il pubblico con la loro musica, sempre autentica, una sapiente combinazione tra black music, rock, reggae, pop e note genuinamente siciliane.
Reduci da un recente tournè con i Tammaro in Belgio ed Inghilterra, la band è una delle più acclamate realtà musicali folk/rock in Italia. Il loro stile lo definiscono Woodrock, rock di legno, in quanto principalmente caratterizzato dal suono di strumenti acustici. Commistioni non solo stilistiche quelle dei Tamuna, che fin dagli esordi decidono di far interagire il dialetto siciliano con l’inglese e l’italiano creando di fatto un universo sonoro inedito. Nel dicembre del 2016 si esibiscono all’Auditorium Parco Della Musica di Roma conquistando il prestigioso Premio De Andrè.

Con loro si esibiranno lo splendido gruppo folk dei Picciotti della Lapa in un vortice di balli , musica , canti che renderanno la serata piena di adrenalina per lasciare in ognuno di noi un ricordo indelebile.

Per i primi 20 nostri associati (SiciliandoStyle) che compreranno il biglietto in prevendita , sarà riservato un prezzo di 20 euro .

Per info e prenotazioni contattare gli amministratori del gruppo o scrivere a SiciliandoStyle@gmail.com o inviare w app per essere contattati al numero 366 1332786.

Ecco il nuovo logo

Aria nuova sul sito di Siciliando. Da oggi il nuovo logo all’apertura di un anno pieno di attività. Antonello Blandi creatore del disegno, ha interpretato al meglio quello che l’ideatore – Vincenzo Perricone aveva in mente quale evoluzione del primo logo – Diverse le immagini preparate dall’artista, soprattutto nella combinazione dei colori. Questo risultato finale, è sicuramente a nostro avviso il più bello. Chiunque viene catturato dai colori dello sfondo azzurro come il mare, e la scritta sembra come se venisse fuori accompagnata dagli emblemi della Sicilia. Ci auguriamo che anche a voi piaccia!

“Orlando e Rinaldo: da pupi a realtà” (Lo spettacolo da non perdere per bambini ed adulti)

Siciliando consiglia e supporta con il proprio patrocinio , la compagnia teatrale Araldo del Vespro.

Spettacolo unico nel suo genere .

L’Associazione La Nuova Panormo e la Compagnia teatrale Araldo del Vespro, rendono noto che giorno 5 Ottobre 2019 alle ore 21.00, presso il Teatro Don Bosco Ranchibile (via della Libertà, 199 – Palermo), si terrà lo spettacolo teatrale “Orlando e Rinaldo: da pupi a realtà” del regista Giuseppe Bongiorno. Questo progetto teatrale nasce con l’intenzione di far appassionare ancor di più, grandi e piccini, a quel vanto della tradizione siciliana che è l’Opera dei Pupi. La compagnia Araldo del Vespro aspira a dare una nuova vita a questa tradizione, trasformando i classici pupi, fatti di legno e metallo, in attori in carne e ossa, sempre nel rispetto della tradizione, conservando i tipici ritmi che alternano battaglie dinamiche a discorsi solenni e che da sempre contraddistinguono questo genere artistico unico al mondo. Lo spettacolo, già andato in scena nelle date 3-4 Maggio 2019 al Teatro Don Bosco Ranchibile (Palermo), racconta la storia dei due fieri cugini, uniti nel dovere ma rivali in amore, i quali metteranno a rischio l’Impero a causa della bellissima Angelica. Per salvare la Francia anche l’Inferno si muoverà insieme a tutti i paladini della Corte dell’Imperatore Carlo Magno. Tra demoni, saraceni e stregoni, Orlando e Rinaldo affronteranno battaglie di ogni sorta per mostrare il proprio valore ed arrivare al premio tanto ambito: il cuore della bella principessa. La particolarità dei nostri pupi è che non hanno armature di metallo, che andrebbero a pesare sull’attore che le indossa e porterebbero ridurne la performance, ma sono stati utilizzati materiali come lattice, gomme ed ecopelle che permettono di riprodurre alla perfezione le parti metalliche, lasciando piena libertà di movimento e leggerezza all’attore. Mantenendo sempre stabile il legame tra innovazione e tradizione, a guidare i passi nella realizzazione di questo spettacolo è Salvatore Bumbello, noto Mastro Puparo della Compagnia Briglia D’Oro. In una realtà in cui la tecnologia lascia poco spazio all’arte, specialmente quella teatrale, Araldo del Vespro vuole spezzare questo legame e sceglie il teatro come mezzo di comunicazione per rompere il muro creato dai pregiudizi e dagli stereotipi sulla Sicilia e il suo popolo, per dimostrare al mondo che la Sicilia non è solo un concentrato di illegalità ma contiene anche tanto amore per la propria cultura.

Un particolare trattamento economico verrà riservato agli iscritti di Siciliando. L’opportunità di acquistare i biglietti a prezzo ridotto:

Biglietto adulti 8,00 € (invece di 10,00 €)

Biglietto bambini – fino ai 13 anni – 6,00 € (invece di 8,00€)

Per aderire  (info e prenotazioni), potete rivolgervi ai numeri di seguito evidenziati (per usufruire dello sconto a voi riservato esibite la tessera dell’Associazione Siciliandostyle o in via del tutto eccezionale essere semplicemente iscritti al gruppo Siciliando).

Per prenotazioni e maggiori informazioni potete contattare i numeri +39 389.299.6221 (Giuseppe Bongiorno), +39 380.364.5917 (Francesca Mennella), o scrivere un’e-mail ad araldodelvespro@gmail.com.

Il sogno si avvera…

Visitate la pagina facebook: https://www.facebook.com/araldodelvespro/

Tornano le passeggiate di Siciliando. C’era una volta la Costa D’Oro

Siciliando è pronta a partire con nuove passeggiate per scoprire aspetti inediti di Palermo. Domenica 22 settembre si inizia con la periferia sud della città, il tratto di costa che si affaccia su quella che un tempo fu la splendida Conca D’Oro. La vecchia Tonnarazza di Sant’Erasmo, la foce dell’Oreto, lo Stand Florio e la spiaggia di Romagnolo saranno solo alcune delle tappe, ciascuna caratterizzata da testimonianze e immagini. La passeggiata è a cura del professore e storico Emanuele Drago coadiuvato dalla guida turistica Barbara Mazzola. Per partecipare o ricevere ulteriori informazioni si prega di inviare una mail all’indirizzo SiciliandoStyle@gmaiil.com o un messaggio al numero WhatsApp dedicato 3661332786

12 luglio: primo evento estivo serale – Stand Florio

Siciliando ormai in versione estiva , organizza gli eventi serali e in splendide location .
Questa volta la scelta è ricaduta sul nuovissimo e spettacolare stand Florio di via Messina arine 40 a Palermo , dove assisteremo al bellissimo spettacolo teatrale di Maurizio Bologna “E Fu Fatta”.

Va in scena allo Stand Florio, venerdì 12 luglio alle ore 21:00, per la rassegna di musica e teatro #standfloriolive, lo spettacolo “E fu fatta”, di e con Maurizio Bologna, Frankie Campanella, Katia Ranieri, Alessio Tarantino, Francesco Bologna, Chiara Bologna, Federica Pollari, con la partecipazione di Alessandra Ponente.
Un racconto e un raccontarsi, con le parole e con il canto. Uno sguardo nel passato senza perdere la fiducia per il futuro che andremo ad affrontare. Siamo il frutto di una storia già accaduta, raccontata e tramandata, scritta e nuovamente scritta, con le solite verità e le solite bugie che anche i libri per l’istruzione dei nostri ragazzi continuano a citare.
ll racconto accarezza le terre del meridione, attraverso le parole di un’entità astratta che forse, simbolizza il popolo di oggi, che resta a guardare, aspettando che la storia alla fine…si racconti da sola.
Sul palco con Maurizio ci sarà Alessandra Ponente, attrice della Compagnia S’Kalsa di Elisa Parrinello (Teatro Ditirammu), ma anche cantante con varie collaborazioni eccellenti e tanti prestigiosi palchi calcati.

Costo serata : 10,00 €

Per info e prenotazioni:

-Amministration Siciliando
-e-mail: SiciliandoStyle@gmail.com
-w app: 3661332786